A cosa serve un permalink e come crearli con WordPress

A cosa serve un permalink e come crearlo in WordPress

Se ti stai chiedendo a cosa serve un permalink e come crearlo (o modificarlo) nel tuo sito WordPress, oggi ti chiarirò ogni dubbio.

In particolare scoprirai perché i permalink hanno una grande importanza per la visibilità del sito e di ogni pagina e articolo inseriti al suo interno.

A cosa serve un permalink e perché è importante per i contenuti di un sito

Se hai iniziato ad usare WordPress da poco e stai imparando la terminologia del CMS probabilmente il termine permalink ti è nuovo, o più semplicemente non ti torna l’uso che se ne fa in un sito.

Bene, detto in due parole un permalink è la parte del nome di ogni contenuto che crei e che viene dopo il nome del sito all’interno della sua URL, che queste siano pagine, articoli, categorie, tag o elementi media (immagini, video etc), non fa differenza.

Sei ancora più confuso? Ok ti faccio un esempio pratico allora.

A cosa servono i permalink e come crearli
Utilizza i permalink WordPress più adeguati.

Un permalink WordPress scelto con oculatezza aiuta i motori di ricerca a capire quello che pubblichi.

Questo è l’indirizzo completo del post che stai leggendo ora: https://www.sitiweb-wp.com/a-cosa-serve-un-permalink-e-come-crearlo/.

Il permalink che individua l’articolo è però la sua parte destra, ovvero: /a-cosa-serve-un-permalink-e-come-crearlo/.

Tutto ciò che viene dopo il nome del dominio del sito è quindi la parte che descrive il contenuto e permette agli utenti di visualizzarlo, scrivendolo per intero (compreso quindi il dominio – la parte sinistra dell’URL) nella barra indirizzi, o cliccandoci sopra quando per esempio lo troviamo come link su Google.

A cosa serve un permalink e quale sia la sua importanza è perciò evidente, permette infatti a chiunque di accedere al contenuto di quell’indirizzo URL.

Per questo i permalink dei contenuti del tuo sito dovrebbero essere sempre creati con grande attenzione, e in previsione di quello che pubblicherai.

I permalink di un sito vanno decisi prima di creare i contenuti

Abbiamo appena iniziato a parlarne ma una cosa dovrebbe essere già chiara: la scelta del permalink WordPress per i contenuti del tuo sito deve essere fatta subito, durante l’impostazione iniziale del sito stesso.

La tua decisione influenzerà infatti tutti i contenuti del sito da quel momento in poi.

Come fare quindi questa scelta? Quante varianti o variabili esistono per impostare un permalink che sia utile anche per la SEO? So che sei ansioso di saperlo e quindi lo vediamo subito.

Creazione siti web WordPress

Vuoi creare un sito web professionale per la tua attività?
SitiWeb-WP
può esserti d’aiuto.

Contattaci e chiedi un preventivo.

Quali tipi di permalink puoi scegliere dalla bacheca di WordPress

Come vedi dall’immagine qui sotto puoi sbizzarrirti all’infinito nella scelta del permalink WordPress, vediamo quindi quale di questi può fare al caso tuo e successivamente perché una volta deciso quale usare non dovresti più cambiarlo.

Scegliere il permalink dalla bacheca di WordPress
Le possibilità di scelta del permalink.

Le scelte preimpostate da WordPress per i permalink sono:

  1. Permalink semplice.
  2. Permalink con data completa e nome.
  3. Permalink con mese e nome.
  4. Permalink con numero di registrazione del post.
  5. Permalink con il nome dell’articolo.
  6. Struttura personalizzata del permalink.

Nel dettaglio:

la prima scelta (permalink A) è quella preimpostata per default e utilizza il numero con il quale WordPress ha memorizzato nel database del sito il contenuto. Tendenzialmente viene evitata sempre perché non dice nulla di specifico e non serve per l’ottimizzazione SEO.

La scelta B del permalink è utile quando il sito ha principalmente degli articoli al suo interno e questi devono essere classificati in base alla data di pubblicazione (pensiamo ad esempio ad un magazine).

Il permalink di tipo C è più corto rispetto a quello di tipo B ma sostanzialmente viene usato per gli stessi motivi ed obiettivi.

Il vantaggio in questo caso è che la lunghezza finale del permalink è minore e consente perciò la creazione di un URL migliore, sono infatti sconsigliati indirizzi superiori ai 75 caratteri totali.

Quando si sceglie il permalink D (numerico) la struttura inserisce nel path del contenuto anche l’archivio nel quale è memorizzato. Sostanzialmente uguale al tipo A con la differenza che in questo caso l’indirizzo risulta più lungo.

Con il permalink di tipo E vengono creati la maggior parte dei contenuti WordPress, e il perché appare intuitivo.

Essendo infatti l’URL e il permalink stesso una parte fondamentale per la comprensione e la classificazione (quindi indicizzazione e posizionamento) del contenuto, usando il suo nome (il titolo del post) tutto è più semplice.

Creare i permalink del sito con la struttura personalizzata

Resta infine un’ultima alternativa, quella che tra l’altro contiene sempre la stringa dell’impostazione scelta dopo aver fatto il salvataggio, questo a meno che tu non abbia usato il campo per inserire una struttura personalizzata dei tuoi permalink.

Puoi perciò posizionare il cursore nel campo e usare uno o più delle variabili di struttura consentite, esattamente quelle contenute nei pulsanti sotto e selezionabili facendo click sopra.

Creare e modificare i permalink WordPress per categorie e tag

Infine è possibile intervenire anche riguardo i permalink delle categorie e dei tag: nell’immagine sopra vedi i campi indicati con i numeri 2 e 3 in rosso adibiti all’inserimento della variabile desiderata.

Non è consuetudine inserire la personalizzazione di questi permalink perché la scelta fatta precedentemente viene resa disponibile anche per queste tassonomie e di solito è l’ideale anche per loro.

Resta il fatto che se lo desideri puoi modificare a tuo piacimento anche il permalink di questi contenuti.

Restyling siti WordPress

Hai bisogno di fare un restyling del tuo sito WordPress?
La nostra web agency può offrirti un supporto professionale ed economico.

Contattaci per un preventivo.

A cosa serve un permalink WordPress e perché non dovresti cambiarlo mai

Conclusioni

L’utilità del permalink di WordPress dovrebbe essere chiara a questo punto: aiuta nella comprensione di ciò che è stato pubblicato ancora prima di visualizzarlo nel browser, e al pari del titolo e della descrizione aiuta l’utente a decidere se visitare il sito.

Per questo è fondamentale scegliere bene il permalink dopo di che non modificarlo più.

Nel caso infatti che il sito abbia una produzione costante e continua di articoli l’aggiornamento al nuovo permalink diventa un’operazione biblica, e anche se nel fare i redirect abbiamo i plugin che ci aiutano, fino a quando i motori di ricerca non avranno recepito completamente i cambiamenti perderemo il posizionamento nelle SERP.

Hai bisogno di una gestione professionale del tuo sito WordPress?

Noi di SitiWeb-WP ci occupiamo di ogni aspetto che riguarda WordPress, dalla realizzazione alla manutenzione, dall’assistenza alla sua gestione, possiamo offrirti il servizio che hai bisogno.

Se devi creare un nuovo sito web oppure hai problemi di visibilità possiamo aiutarti. Chiedi un preventivo o maggiori informazioni.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Accetto la Privacy Policy