Come configurare la bacheca di WordPress in modo rapido

Come configurare la bacheca di WordPress

Corso base WordPress-lezione 3

Con la terza lezione del corso base WordPress
scoprirai come configurare la bacheca di WordPress del tuo sito web in modo semplice e rapidamente.

Vedrai le impostazioni che, dopo aver installato e settato il tuo ambiente,
ti permetteranno d’iniziare a creare il tuo sito web.

paolo-albizzati
Paolo Albizzati web developer

Come configurare la bacheca di WordPress

Proseguendo nel corso base WordPress e arrivati al terzo articolo, oggi ti mostrerò la parte restante delle impostazioni della dashboard di WordPress, ovvero come configurare WordPress e la sua bacheca.

Alla fine della lettura di questo articolo avrai impostato il tuo ambiente di lavoro nel modo più adatto alle tue esigenze e potrai finalmente iniziare a creare i tuoi contenuti.

Se ti stai chiedendo perché è necessario tutto questo tempo per configurare WordPress, quello che posso dirti è che la risposta la troverai da solo tra qualche tempo. Ovvero quando inizierai ad affrontare la vera realizzazione da zero del tuo sito WordPress

Ti accorgerai che senza una precedente configurazione ottimale del tuo ambiente di back-end (la tua dashboard o bacheca), alcune cose avresti dovuto modificarle.

E ti posso garantire che le modifiche alla configurazione di un sito WordPress a lavori in corso, non fanno mai bene. Meglio quindi dedicare adesso il tempo necessario nelle impostazioni di base e dimenticarsi poi di loro, in questo modo ti concentrerai solamente sul tuo lavoro di creazione dei contenuti.

Cosa contiene la bacheca di WordPress

Le informazioni principali e il contenuto della bacheca.

Partiamo dall’osservazione delle due immagini che seguono.

Immagine 1

Guardando la prima immagine trovi: la prima TAB che contiene dei link veloci per eseguire delle operazioni di base. Tra queste ci sono i collegamenti per aprire direttamente l’editor e creare un articolo oppure una pagina.

Puoi anche impostare la pagina iniziale, vedere il sito, gestire il menu e i widget, attivare i commenti e soprattutto con il pulsante grande a sinistra, puoi personalizzare completamente il sito.

La seconda TAB contiene informazioni sul contenuto del sito mentre con la terza (bozza rapida), puoi creare immediatamente una bozza di un nuovo articolo.

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-bacheca-1
Come configurare WordPress, la bacheca - Immagine 1

Immagine 2

Passando all’immagine 2 trovi una ulteriore TAB chiamata “attività” che mostra le ultime creazioni o i commenti degli utenti registrati, infine alla sua destra è posizionata una TAB informativa sugli eventi che riguardano il mondo WordPress.

E’ chiaro che per creare un sito con WordPress tutte queste cose sono di ben poca utilità e se desideri eliminarle puoi fare come segue.

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-bacheca-2
Come configurare WordPress, la bacheca - Immagine 2

Come vedi l’installazione standard di WordPress fornisce delle TAB. Queste però non si rivelano particolarmente utili, tant’è vero che come indicato più sotto, c’è la possibilità di toglierle tutte usando una comoda opzione. Per dovere di cronaca vediamo velocemente quali sono le informazioni che forniscono.

Realizzazione siti web professionali

SitiWeb-WP realizza siti web in WordPress per ogni esigenza, se desideri trovare nuovi Clienti online

chiedi ora un preventivo!

Eliminare le TAB (i riquadri della bacheca WordPress)

Adesso osserva di nuovo l’immagine 1 in alto a destra: trovi la scritta “Impostazioni schermata” con di fianco una freccina che indica un’apertura verso il basso, premila.

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-bacheca-3
Come configurare WordPress, la bacheca: eliminare le TAB

Nella finestra che si apre togli il segno di spunta alle TAB che vuoi eliminare, se poi scopri che preferisci averle visualizzate, ripeti questa operazione rimettendo il segno di spunta.

L'aiuto di wordpress

Sicuramente hai notato nell’immagine 1 che sempre in alto a destra c’è un ulteriore link: “Aiuto”. Ebbene, premendolo ottieni solo delle indicazioni simili a quelle che ti ho appena dato io riguardo la bacheca, poco utile perciò.

Quindi se desideri avere un aiuto concreto per utilizzare al meglio WordPress (oltre ovviamente a leggere questi articoli), ti suggerisco di andare al sito ufficiale del Codex.

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-bacheca-4
Come configurare WordPress, la bacheca: il link "aiuto"

“Se te la cavi bene con l’inglese e desideri migliorare le tue conoscenze riguardo la struttura di WordPress e l’uso che viene fatto del codice al suo interno, la lettura e lo studio di quello che trovi nel Codex di WordPress è una vera manna, a condizione che tu conosca anche un po’ di PHP.”

Configurazione della bacheca di WordPress

La voce di menu STRUMENTI.

Vediamo ora cosa si può fare con le opzioni di menu sotto la voce “Strumenti“. Cliccando sulla prima voce, ‘strumenti disponibili‘, vedi quello che è mostrato nell’immagine qui sotto.

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-strumenti-1
Come configurare WordPress, l'opzione Strumenti.
come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-strumenti-disponibili
Configurare WordPress, gli strumenti disponibili.

Il link evidenziato ti manda ad una pagina che contiene a sua volta dei link a dei plugin. Da qui hai la possibilità di installare alcuni piccoli programmi di utilità. Lo stesso risultato lo ottieni cliccando sulla voce ‘Importa’.

Per la maggior parte di questi si tratta di plugin piuttosto obsoleti, probabilmente mantenuti per compatibilità con le vecchie versioni di WordPress.

Fanno eccezione però quelli indicati dalle frecce rosse, di cui ora ti spiego l’utilità.

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-strumenti-importazioni
I plugin nativi di WordPress, quali servono realmente.

Assistenza manutenzione e gestione

SitiWeb-WP è un’agenzia di consulenza web specializzata in WordPress e può intervenire per attività di assistenza e manutenzione per il tuo sito.

Hai bisogno di un intervento professionale?

Convertitore di categorie e tag

Per spiegare cosa fa questa applicazione e cosa significa convertire le categorie in tag o viceversa, dovresti prima sapere cosa sono, a cosa servono e come vengono utilizzate nella creazione di un sito WordPress.

Può anche darsi che tu lo sappia già, ma siccome fin’ora non ne ho parlato, accenno brevemente alla loro funzione.

Cosa sono le categorie di WordPress

Come avrai intuito le categorie sono delle caratteristiche abbinate tipicamente agli articoli (allo stesso modo dei tag) e non possono essere utilizzate con le pagine (che sono un altro tipo di contenuto).

Vengono usate per configurare la struttura dei post di WordPress, per raggruppare in senso logico gli articoli che trattano uno stesso argomento e fanno parte delle cosidette tassonomie.

La loro importanza nella configurazione di WordPress è tale che durante l’installazione viene creata una categoria generica e standard (chiamata banalmente ‘senza categoria’) che non è possibile cancellare. Puoi però modificarla (vedremo più avanti come).

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-categorie
Elenco delle categorie e pannello per la creazione di nuove.

Cosa sono i tag di WordPress

Da non confondere con i meta tag, sono letteralmente delle etichette. Non sono indispensabili per il buon funzionamento di un sito, ma aiutano sicuramente a far aumentare il numero delle pagine indicizzate.

E’ importante sottolineare che usare per un tag un nome già utilizzato per una categoria (o fare il contrario) è controproducente, perché ‘cannibalizza’ il termine appartenente all’altra tassonomia, togliendogli visibilità.

come-configurare-la-bacheca-di-wordpress-i-tag
Pannello elenco e creazione tag di WordPress.
Suggerimento

Riguardo la differenza tra categorie e tag, come utilizzarli e quando farlo, ho scritto un articolo specifico, differenza tra categorie e tag di WordPress.
Potrebbe interessarti leggerlo.

Perché convertire le categorie in tag e viceversa

Effettivamente non esiste una regola ben precisa per fare un tipo di conversione piuttosto che l’altra, è però abbastanza comune che le categorie siano in numero minore rispetto ai tag ma che al pari loro raggruppino più articoli, c’è quindi il rischio di creare dei duplicati.

In questo caso (è una possibilità) c’è la necessità di non ripetere contenuti già indicizzati attraverso le categorie.

E’ anche vero che la scelta di indicizzare i tag (e addirittura crearli) non sempre viene fatta, soprattutto se si tratta di blog con una grande quantità di articoli.

Il motivo è che se si decide di indicizzarli bisogna anche ottimizzarli e questo può comportare una grossa mole di lavoro.

Restyling siti web WordPress

Una delle attività di SitiWeb-WP è il restyling e i rifacimento dei siti web.

Se vuoi rimodernare il tuo sito e renderlo attuale, contattaci!

Importare articoli pagine e media di WordPress

Proseguiamo ora con gli altri strumenti d’importazione e vediamo cosa fa la voce ‘WordPress‘, anche se è piuttosto intuitivo.

La sua funzione riguarda l’importazione di file da un’altro sito WordPress, e può essere utile se vuoi riprodurre alcuni contenuti su un altro server o sul pc, oppure per configurare WordPress nello stesso modo.

Cliccando su INSTALLA ORA sotto la voce WordPress, avrai a disposizione il plugin che ti consentirà di render parte del tuo sito, pagine, articoli, media e qualsiasi altra cosa tu abbia esportato in precedenza da altrove.

Le voci Importa ed Esporta del menu Strumenti

Della voce Importa ne ho parlato finora indirettamente, non mi prolungo quindi.

La voce Esporta fa esattamente quello che ci aspettiamo per riprodurre parte del sito o tutto, in un altra postazione, all’interno di un altro sito WordPress. Si tratta per l’appunto della funzione complementare ad ‘importa’.

Crea quindi uno o più file con estensione XML, che quando importati da un altro sito WordPress, ricreano gli stessi contenuti di quello di provenienza.

Per configurare la tua bacheca non devi fare altro

Si è così, tutte le operazioni rimanenti non riguardano la configurazione di WordPress, ne della bacheca o altro. Fanno parte invece della realizzazione vera e propria del tuo sito.

Quello che hai fatto fin’ora ti è servito per impostare e configurare WordPress nelle sue funzioni e caratteristiche di base, più altro che molto probabilmente userai tra un po’.

Nella prossima lezione ti parlarò delle opzioni della voce di menù ‘Aspetto’, una delle più importanti perché riguarda il modo in cui presenterai i tuoi contenuti agli utenti del sito.

In particolare le voci Tema, Widget e Menu, assumono un ruolo primario per ottenere un buon sito web realizzato in WordPress.

Vuoi mandare un messaggio ora?

SitiWeb-WP è un’agenzia web specializzata in WordPress, se desideri ulteriori informazioni su quello che possiamo fare per te e per la tua attività, lascia un messaggio o compila  online la tua richiesta di preventivo.

Se l'articolo ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento