Presentazione del corso Gutenberg di WordPress

Presentazione del corso su gutenberg

Con questa presentazione del corso Gutenberg, il nuovo editor di WordPress, diamo inizio ad una nuova sezione del nostro blog dedicata a WordPress e alla realizzazione e manutenzione di un sito web

Dalla versione 5.0 del CMS, Gutenberg è infatti l’editore standard presente in ogni nuova installazione. Lo scopo del corso è avviare al suo uso sia i vecchi che i nuovi utenti di WordPress e farlo preferire ai page builder. Il perché te lo diciamo in questa presentazione.

Presentazione del corso Gutenberg, il nuovo editor di WordPress

Benvenuto nel nostro corso su Gutenberg di WordPress!

Con questi articoli vogliamo fornire agli utilizzatori di WordPress le informazioni di base per realizzare i loro prossimi siti web con il nuovo editore standard di contenuti: Gutenberg.

Questo perché nonostante i propositi iniziali dei creatori, il nuovo editor di WordPress fa fatica a diventare il principale strumento per sviluppare siti WordPress, limitando considerevolmente le prestazioni dei nuovi siti.

É abbastanza comune infatti la sua immediata disabilitazione ad ogni nuova installazione WordPress, sostituito subito da uno dei tanti costruttore di pagine disponibili (page builder).

Questo succede soprattutto a causa di una curva di apprendimento di Gutenberg piuttosto ripida, e che noi con questo corso base ci proponiamo di rendere meno difficoltosa.

Prima di cominciare è però necessaria una breve presentazione del corso su Gutenberg, sarà utile per capire il percorso fatto fino ad oggi da questo editor, i motivi del parziale insuccesso e perché invece dovrebbe essere preferito ai page builder.

L'esordio di Gutenberg e la risposta degli utenti

Dalla sua uscita ufficiale che risale al 2018, chiunque si dedicasse alla creazione di siti web con WordPress ha provato almeno una volta a usarlo, il più delle volte con risultati deludenti.

Per molti è stato infatti abbastanza frustrante trovarsi davanti ad un editore in cui era difficile capire come fare anche le cose più banali. Gutenberg infatti, almeno all’inizio ha una curva di apprendimento piuttosto ripida rispetto ai page builder più conosciuti.

Questo costava tempo, e per chi sviluppa siti internet con WordPress significa perdere denaro. Se pensiamo che il 90% di chi ordina un sito web nuovo lo vuole “per ieri” è comprensibile il fastidio degli sviluppatori, che invece di essere facilitati nella creazione trovavano in Gutenberg un ostacolo.

Senza andare troppo per le lunghe diciamo che alla fine la maggior parte degli sviluppatori WordPress è tornato a lavorare con i sistemi precedenti, usando quindi il loro page builder preferito o TinyMCE, il precedente editore di WordPress.

Questo non dipende solo dalle difficoltà di apprendimento, un altro motivo è l’aspettativa degli sviluppatori verso Gutenberg, che abituati a creare con i page builder speravano di avere a disposizione un prodotto simile.

Il Gutenberg project introduce alla creazione completa del sito web

Fin dal suo esordio gli sviluppatori hanno precisato che il Gutenberg project riguardava un prodotto diverso dai page builder, anche se con un approccio simile e un’interfaccia grafica che li ricorda (sistema drag and drop e inserimento di blocchi precostruiti).

In realtà il progetto Gutenberg è molto più ambizioso e ampio rispetto ad un “banale” costruttore di pagine per WordPress.

Come vedrai nelle lezioni che seguono questa presentazione del corso Gutenberg, il lavoro ancora in continuo sviluppo non è limitato alla realizzazione di un prodotto dedicato alla sola creazione dei contenuti.

Automattic vuole infatti fornire con il nuovo editor anche un sistema di personalizzazione completa dei siti web, migliorando e ampliando quello che è stato finora possibile con l’opzione “Personalizza”. 

SUGGERIMENTO

Nel nostro corso base su WordPress abbiamo dedicato una lezione intera all’uso dell’opzione personalizza di WordPress, tuttora presente ed utilizzata dagli sviluppatori.

Il progetto Gutenberg libera lo sviluppatore da molti plugin

Questo nuovo sistema chiamato FSE (Full Site Editing) ha l’obiettivo di rendere possibile la modifica di ogni parte del tema (header, footer etc), i benefici per gli sviluppatori dell’uso di entrambi sono immaginabili.

Grazie a questa caratteristica di Gutenberg sarà infatti possibile fare a meno di tutti quei plugin in più che finiscono per appesantire il sito. In pratica usando Gutenberg ed FSE, ogni sviluppatore sarà in grado di creare, impostare e personalizzare il 100% del sito.

La buona notizia è che FSE è già presente in ogni nuova installazione di WordPress a partire dalla versione 5.9 e negli ultimi rilasci è stato perfezionato ancora di più.

Per questo, iniziare fin da adesso a usare questi strumenti e sfruttare le potenzialità del nuovo editor di WordPress è quanto mai opportuno e una scelta lungimirante.

SUGGERIMENTO

Per scoprire di più sull’FSE guarda il video su wordpress.tv FSE: da dove comincio di Gloria Liuni.

Perché seguire il nostro corso su Gutenberg

Nel corso su Gutenberg che stiamo realizzando e di cui questo articolo è solo una presentazione puoi scoprire molte cose, tra queste come usare l’appena citato full site editor (FSE).

Scoprirai perciò le potenzialità dell’editor e ti daremo suggerimenti per creare siti web belli, efficaci e dalle alte prestazioni.

Dalla versione 6.4.2 di WordPress, Gutenberg e FSE sono ben integrati fra loro e hanno raggiunto un buon grado di maturità (soprattutto Gutenberg), eliminando bug e ostacoli che a lungo ne hanno scoraggiato l’uso.

Con il nostro supporto e questo corso su Gutenberg speriamo quindi di convincere anche gli sviluppatori più irremovibili a passare al nuovo sistema di creazione dei contenuti, relegando l’uso dei page builder ad una scelta secondaria (al contrario di quanto avviene ora).

Inoltre tutto quello che troverai pubblicato qui è completamente gratuito e tu devi solo fare lo sforzo di leggerlo. Il rischio che corri è di…imparare a usare bene Gutenberg.

SUGGERIMENTO

Scopri perché è importante iniziare a usare subito l’editor Gutenberg di WordPress.

Presentazione del corso Gutenberg gratis, come si sviluppano le lezioni

Dopo questa breve presentazione del corso Gutenberg e i suoi obiettivi ecco cosa troverai nelle prime 3 lezioni. In ognuna di loro ti saranno date le informazioni essenziali e con un linguaggio il più semplice possibile e una quantità minima di termini tecnici.

Indice delle prime 3 lezioni:

  1. Introduzione a Gutenberg
    Cos’è Gutenberg.
    Come funziona Gutenberg con WordPress.
    Installazione e attivazione di Gutenberg.
    La nuova interfaccia dell’editor.
  2. Iniziare con Gutenberg
    Creazione di un nuovo post o pagina.
    Aggiunta di blocchi di contenuto (testo, immagini, video, ecc.)
    Styling dei blocchi di contenuti.
    Salvataggio e pubblicazione delle modifiche.
  3. Funzionalità di Gutenberg avanzate
    Personalizzazione dell’editor Gutenberg.
    Utilizzare la libreria di blocchi di Gutenberg.
    Impostazioni di visualizzazione.
    Gestione dei blocchi di Gutenberg.
  4. Full site editor, cos’è e come usarlo
    Cos’è il full site editor.
    Come si usa il full site editor.
    Modifica degli stili.
    Come modificare i template del tema.
    Cosa sono i pattern e come usarli.

Lezioni del corso Gutenberg online gratuito

Come vedi contengono già una quantità d’informazioni sufficienti per creare un sito web WordPress con Gutenberg, bello leggero e ottimizzato.

Ma è solo l’inizio, successivamente saranno pubblicate nuove lezioni di approfondimento che completeranno questo corso su Gutenberg.

Non dimenticarti inoltre di condividere questo articolo sui tuoi social preferiti, ricordati che tutto quello che pubblichiamo nel nostro blog è gratuito e senza pubblicità.

Condividi sui social la presentazione al corso gutenberg

Ci occupiamo di tutto quello che riguarda la presenza online di aziende, professionisti e attività commerciali.

Siamo specialisti nella realizzazione di siti web professionali con WordPress, servizi di assistenza, manutenzione e gestione siti. Se hai bisogno di un restyling possiamo intervenire, così come ottimizzarlo in chiave SEO per renderlo visibile nei motori di ricerca.

Per maggiori informazioni contattaci!

Condividi l'articolo se ti è piaciuto

Articoli simili